Dreaming Nature
Collage digitali di Armando Lettera
Dal 22 Aprile al 31 Maggio 2017

IL PROGETTO

Queste immagini sono un piacevole e a volte meticoloso tentativo di rendere visibile un luogo che ho iniziato a sognare molti anni fa, quando ero poco più che bambino. All’epoca fantasticavo sulla possibilità che qualche geniale inventore si accollasse l’onere di creare per me un dispositivo capace di riprodurre, con realismo fotografico, le immagini di quel mondo. Per anni è stato provvidenziale il ”surrogato” della scrittura, poi sono arrivati i computer WIMP, potenti software di grafica, e alla fine, continuando nel frattempo le visioni su Catceydda (questo lo strano nome che aveva ed ha il luogo nei sogni), anche il tardo e caparbio desiderio di imparare le funzioni e le possibilità di quei programmi magici.
Catceydda è un universo parallelo dove vigono leggi fisiche diverse da quelle conosciute. Nel progetto iniziale le sue ”terre” dovevano essere riportare su una mappa precisa, ma ricordan domi di una bella mostra di William Kentridge, che denunciava a suo modo l’impossibilità dell’uomo contemporaneo di perdersi in un mondo dominato da segnaletiche e da una tracciabilità infinita dei suoi spostamenti e atti, alla fine ho preferito rinunciare ad ogni conforto geografico e restituire quei luoghi al loro originario, incantato spaesamento onirico.
Oltre ai fotogrammi visionari di Catceydda questa piccola mostra si compone anche di qual che lavoro pensato appositamente per il tema del programma aprile-maggio di Piazzetta Durante (Boschi), come l’opera centrale (I fiumi Magici, Parmigianino) e la serie di ritratti ‘Va tutto bene’.
La natura è l’elemento dominante di queste immagini. Gli animali, con la loro mole spropositata, vogliono rappresentare una sorta di accorata denuncia verso la cecità dell’uomo, che non sembra più in grado di cogliere l’intima, paritaria interdipendenza che lo lega inseparabilmente a tutto ciò che esiste, ma gli stessi animali possono diventare anche tele delicate su cui si proietta la sua ansia di bellezza e mistero.

L’ARTISTA

Armando Lettera è nato a Napoli e vive a Frattamaggiore. Ha studiato Cultura e Amministrazione dei Beni Culturali. Nel 1997 partecipa e vince con la raccolta di racconti “Stupro dell’insonnia” al premio internazionale di poesia e narrativa Nuove Lettere, bandito dall’Istituto Italiano di Cultura di Napoli. Quest’anno è prevista l’uscita del suo libro ”Le Rovine del Corpo” per la casa editrice Ermes.